Xylella, la deroga salva le aziende bio

28 Maggio 2019
|
MERCATO

Autorizzato prodotto fitosanitario ammesso nel convenzionale. 

L’Olio e le aziende olivicole bio pugliesi non perderanno la certificazione bio per i trattamenti contro la Philaenus spumarius, la cosiddetta “sputacchina” responsabile per la diffusione della Xylella fastidiosa.

L’Ufficio Sicurezza e regolamentazione dei Prodotti Fitosanitari della Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del ministero della Salute ha infatti autorizzato in via eccezionale l’impiego sugli olivi certificati di un fitofarmaco.

A partire dal 21 maggio e per un periodo di 120 giorni, gli ulivi all’interno dell’area delimitata potranno utilizzare il PREV-AM PLUS a base di olio essenziale di arancio dolce. Rimane il divieto di impiego durante la fioritura.

Tags: , , , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl