Verso una certificazione di marchio

3 Agosto 2017
|
MERCATO

La cioccolata Green & Black non vuole essere bio o fairtrade.E’ una vicenda molto interessante perchè coinvolge un marchio inglese, che del bio è stato pioniere, al punto da aver sempre dato molto risalto al marchi sostenibili ed essere stato il primo prodotto britannico certificato fairtrade.

Le nuove barrette, che esordiranno sul mercato europeo il 7 agosto – Velvet edition – non utilizzeranno marchi di certificazione bio o fairtrade in etichetta ma quello del Cocoa life, uno schema sviluppato da Mondelēz, il gigante alimentare (ex Kraft) proprietario dei più diffusi marchi di snack al cioccolato diffusi nel mondo come Cadbury’s che in Gran Bretagna è un’istituzione, che già da anni aveva scelto di utilizzare solo cacao fairtrade.

E’ un problema di approvvigionamento, è la versione di Mondelēz. Nel senso che non era possibile generare un volume sufficientemente adeguato di semi di cacao – dal Ghana in Africa occidentale – per la nuova gamma. Inoltre, sottolineano, Fairtrade è stato partner di Cocoa Life.

Ma se la preoccupazione è soprattutto quella di creare confusione ai consumatori, sul fronte della sostenibilità Mondelēz ha affermato che una ispezione indipendente ha verificato che il reddito degli agricoltori coinvolti nella filiera sono aumentati del 49% con Cocoa Life.

Tags: , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl