Una dieta nutraceutica per migliorare la longevità

12 novembre 2018
|
NEWS

“La nostra longevità è per il 25% figlia del nostro corredo genetico, ma tutto il resto è in mano nostra, possiamo controllare il nostro destino e non è mai troppo tardi, le buone pratiche si possono cominciare a mettere in pratica anche da una certa età per ottenere un beneficio”.Possiamo cambiare il nostro destino ed allungare la nostra vita restando in salute? Gli studi degli ultimi anni ci dicono che l’aspettativa di vita, in generale, si allunga sempre di più, ma la chiave del successo è invecchiare bene. Come? «Associando attività fisica a un controllo delle calorie dei pasti e una giusta composizione dei cibi. Senza dimenticare le relazioni sociali: la presenza di amici intimi e un matrimonio sereno migliorano la qualità dell’invecchiamento» è la ricetta di Giovanni Scapagnini, socio fondatore della Società italiana nutraceutica (Sinut) e direttore del comitato promotore di «Exposalus and Nutrition» che si è svolto a Roma Fiera.

Continua a leggere su il Corriere della Sera

 

Tags: ,

Credits: Agostini Lab Srl