Suggerimenti per la stagione

12 Marzo 2020
|
sostenibilità

Magari c’è anche il tempo per qualche articolo che vi era sfuggito.

I temi su cui siamo riusciti a ritagliare un po’ di attenzione per lavitabio , spesso denunciano qualche allarme o rischio. Le statistiche che ora abbiamo il tempo per guardare, confermano con chiarezza che aumenta l’aggregazione soprattutto quando proponiamo notizie che belle non sono.


Ecco l’occasione per interessarsi di altri aspetti. Non sono necessariamente belle notizie, anche se alcune lo sono davvero, recenti e meno recenti, sono spunti su cui fare qualche riflessione. 

>La prevedibile routine del consumatore bio
I consumatori bio sono abitudinari, seguono una routine d’acquisto prevedibile. Il taglio provocatorio per un’indagine svolta in Danimarca.

>Mouans-Sartoux, la mensa 100% bio ideale
In Francia. Nel 2008, svegliati dalla crisi della mucca pazza, il comune di Mouans-Sartoux in Provenza, Francia, ha deciso di inserire la ristorazione collettiva 100% bio e locale senza aumentare i costi.

>I dubbi del big food
Da tempo le multinazionali dell’agroalimentare acquistano imprese biologiche attirate dai profitti. Il timore è che così siano a rischio i valori dell’alimentazione biologica, ma sul mercato il ruolo decisivo è giocato dai consumatori.

>La Francia vieta l’uso di termini ‘carnivori’ per gli alimenti veg
Il mercato sta cambiando e così la consapevolezza dei consumatori. Pensare di difendere o perlomeno incidere sulle scelte alimentari solo con il puntiglio semantico è uno sforzo maldestro che evidenzia tutta la preoccupazione dell’industria della carne.

>Bio e distribuzione sostenibile, l’Emporio di comunità >podcast
Forme di disintermediazione e commercializzazione alternative. Parleremo di Camilla, l’emporio di comunità nato a Bologna da un Gruppo di Acquisto Solidale (Gas). Con Alberto Berton, bioeconomista con una lunga esperienza nel mercato dello “sfuso” con bioeco.net, raccontiamo come la domanda di sostenibilità oggi riesca a trovare sempre più una risposta coerente, grazie a queste rinnovate espressioni di commercializzazione che spesso dai Gas sono partite, come l’emporio di comunità Camilla nato a Bologna. 

Nella foto in copertina il Viandante sul mare di nebbia (Der Wanderer über dem Nebelmeer)  di Caspar David Friedrich.

Tags: , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl