Non uccidete il biologico con la burocrazia

28 Maggio 2019
|
BIOLOGICO

Gli agronomi toscani chiedono di “controllare i terreni”.

“Ben vengano controlli e sanzioni, ma occorre che le regole siano precise, certe e non interpretabili”. Si è parlato di biologico, nell’incontro che si  è svolto a Pisa dove si sono riuniti gli agronomi toscani, rappresentanti del settore, gli organismi di certificazione e la vicepresidente della Commissione agricoltura della Camera dei deputati Susanna Cenni .

“Analizzate i terreni che coltiviamo, gli animali che alleviamo, i prodotti di agricoltura biologica che vengono immessi sul mercato – hanno chiesto -, ma non uccidete un settore costringendo chi lavora a compilare registri su registri, certificazioni e autocertificazioni”.

“Da uomini di campo, siamo diventati uomini d’ufficio”, spiegano. “Il problema è che il prodotto biologico non si vende semplicemente producendolo, ma in base a ciò che viene certificato”.

 

Il Tirreno

Tags: , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl