L’Europa vieta pesticidi della Bayer che uccidono le api

27 Ottobre 2019
|
sostenibilità

I governi dell’Unione Europea non rinnovano autorizzazione al Thiacloprid.

Stop all’insetticida della famiglia dei neonicotinoidi, conosciuto con i marchi Calypso e Biscaya. Il suo meccanismo d’azione, analogo a quello degli altri neonicotinoidi, comporta la distruzione del sistema nervoso degli insetti per stimolazione dei recettori nicotinici. Purtroppo a farne le spese sono anche le api.

Gli agricoltori non potranno più utilizzarlo dopo il 30 aprile 2020, quando scade la sua attuale approvazione.

La maggioranza dei paesi membri ha approvato la proposta della Commissione europea di non estendere l’approvazione. La Commissione ha basato la sua valutazione sui risultati dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare pubblicati nel gennaio 2019. Ha messo in evidenza le preoccupazioni sulla tossicità per l’uomo e presente in una concentrazione troppo elevata nelle acque sotterranee, ha comunicato l’EFSA in una e-mail.

La UE ha vietato l’uso di tre cosiddetti neonicotinoidi dappertutto ad eccezione delle serre lo scorso aprile 2018, a differenza della Francia che ne vieta l’utilizzo anche nelle serre, sebbene continui ad avere un comportamento ambiguo sul glifosato.

 

 

 

Tags: , , , , , ,
Banner Content

Podcast

Tutti tag usati negli articoli.
Credits: Agostini Lab Srl