“L’agricoltura è insieme esecutore e vittima delle alte emissioni”

21 Novembre 2019
|
sostenibilità

Raj Patel, l’economista inglese è uno dei più interessanti esperti di crisi alimentari.

“È facile capire come i cibi lavorati e confezionati possano diventare emblema di un sistema sbagliato, meno immediato trovarne le tracce nei cibi freschi. Eppure, basta pensare che gli agricoltori, oltre a essere tra i lavoratori meno pagati del mondo, sono anche i più esposti a questo inganno”. Raj Patel è professore alla University of Texas ma è soprattutto conosciuto per l’opera di divulgazione con i saggi I padroni del ciboIl valore delle cose e l’ultimo Una storia del mondo a buon mercato.

È facile capire come i cibi lavorati e confezionati possano diventare emblema di un sistema sbagliato, meno immediato trovarne le tracce nei cibi freschi. Eppure, basta pensare che gli agricoltori, oltre a essere tra i lavoratori meno pagati del mondo, sono anche i più esposti a questo inganno”. Così nell’articolo del Corriere della sera che riprende alcuni interventi fatti recentemente in Italia (Bologna Award), Patel trova l’efficace immagine del pollo fritto per spiegare l’impossibilità per l’industria alimentare di produrre cibo sostenibile.

Raj Patel, al festival di Ferrara di Internazionale presenta il suo ultimo saggio

“Uno scioccante studio mostra che i figli dei raccoglitori di fragole della California hanno un quoziente intellettivo inferiore di sette punti rispetto alla media, perché le loro madri sono state esposte ai pesticidi. Abbiamo danneggiato questi lavoratori generazione dopo generazione, e ora il risultato qual è? Che le fragole sono rosse e perfette, geometricamente progettate, pronte per essere comprate e mangiate”.

Tags: , , , , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl