La stagione del Sana

6 Settembre 2017
|
BIOLOGICO

920 espositori (+10% rispetto al 2016) su 22.000 mq di superficie espositiva netta (+ 13%), circa 70 appuntamenti tra convegni, workshop e presentazioni, 2.500 incontri programmati tra aziende e buyer internazionali in arrivo da 30 Paesi (+11%).

Apre venerdì 8 settembre la 29°edizione di SANA, il Salone internazionale del biologico e del naturale organizzato da BolognaFiere.

A SANA 2017 tutto il meglio della produzione nazionale e internazionale, una vetrina d’eccellenza che accoglie per quattro giorni migliaia di visitatori. La manifestazione è anche piattaforma di confronto e approfondimento con i protagonisti del comparto, istituzionali e privati, dal Governo alle Regioni, dagli organismi europei alle associazioni e federazioni di categoria e rappresentanza, alle imprese e aziende di produzione e distribuzione, enti di certificazione. Il Salone del biologico e del naturale di Bologna rappresenta un settore economico in costante crescita, espressione del cambiamento culturale di uno stile di vita sempre più responsabile nei confronti della persona e dell’ambiente, di un consumatore consapevole e orientato a scegliere per sé e per la propria famiglia prodotti di qualità e soluzioni a tutela del benessere.

SANA si sviluppa su una superficie netta di 22.000 mq (+13% rispetto al 2016) con 920 aziende presenti (+10%) e una più forte presenza dei buyer internazionali in arrivo da 30 Paesi (+11%).

I settori. Una crescita che si riflette sul nuovo layout della manifestazione, più ampio e funzionale: salgono infatti a tre (25, 26 e 32) i padiglioni dedicati al settore dell’Alimentazione biologica, che ospitano aziende produttrici di alimenti biologici, freschi e confezionati, materie prime, aziende di packaging ed enti di certificazione, offrendo il meglio della produzione nazionale e internazionale del settore.

I padiglioni 21 e 22 sono quelli riservati al sempre più ricco settore della Cura del corpo naturale e bio, dove gli operatori possono incontrare la proposta più completa di integratori alimentari,cosmetici biologici e naturali,trattamenti per i corpo e piante officinali. (da risistemare “in italiano”)

Novità del 2017, la riorganizzazione dell’area Green Lifestyle. Con la sua ampliata selezione merceologica ospitata al padiglione 16, il terzo settore di SANA si compone di sei sotto-categorie: Home&Office con soluzioni green per la casa e l’ambiente di lavoro; Mom&Kids con prodotti ecologici e naturali per la crescita, il gioco e la cura di neonati, bambini e mamme; Clothing&Textiles con abiti, calzature e accessori eco-friendly; Pet&Garden con prodotti e servizi naturali ed ecocompatibili per la cura di animali domestici, giardini e terrazzi; Hobby&Sport con soluzioni per il tempo libero, lo sport e i passatempo in chiave green e Travel&Wellness con offerte di viaggio, soggiorno e trattamenti per il benessere psicofisico e la remise en forme all’insegna della naturalità e dell’attenzione all’ambiente.

“Siamo orgogliosi del percorso di SANA – dichiara Antonio Bruzzone, direttore generale BolognaFiere – e dell’ottimo riscontro in termini di presenze espositive, 920 le aziende presenti con un incremento del 10 per cento rispetto al 2016 e una significativa presenza di espositori esteri, anche la superficie espositiva registra un più 13 per cento rispetto alla precedente edizione. Alla 29a edizione la manifestazione ben rappresenta un cambiamento profondo negli stili di vita che vede produttori e consumatori sempre più attenti ai temi ambientali e alla sostenibilità”.

L’osservatorio Sana. Alle ore 14.30 in Sala Notturno l’approfondimento sul sistema agroalimentare biologico continua con il convegno “Tutti i numeri del bio italiano”, con la presentazione dei dati dell’Osservatorio SANA 2017, promosso e finanziato da BolognaFiere con il patrocinio di Federbio e Assobio e realizzato da Nomisma. Focus di questa edizione, il biologico nel contesto dei prodotti a base completamente vegetale. L’incontro prevede anche la presentazione dei dati su operatori e superfici agricole bio sul territorio italiano rilevati da SINAB – Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e ISMEA – Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo alimentare.

Le aree tematiche. SANA si sviluppa in diverse aree tematiche e in altrettante iniziative: SANA Academy, SANA Novità, SANA Shop, SANA City, SANA Day e il VeganFest.

SANA Academy si articola in un calendario di quattro appuntamenti, rivolti gli operatori del settore e tenuti da docenti, ricercatori universitari e professionisti del comparto, che in questa edizione si occupano di oli essenziali, esaminati in base a composizione e applicazioni, di evoluzione ed interazione con l’alimentazione del microbiota intestinale dal concepimento alla vecchiaia, di nutrizione e benessere nelle varie età della vita della donna e delle applicazioni dei fitoderivati in ambito veterinario.

Immancabile l’appuntamento con SANA Novità, l’esposizione delle innovazioni proposte dalle aziende presenti in fiera tra quelle lanciate nell’ultimo anno, allestita nel Centro Servizi del Quartiere fieristico. Numero record per le referenze in mostra, oltre 700, tra cui i visitatori di SANA sono chiamati a votare il proprio prodotto preferito, uno per ciascuna categoria merceologica del Salone. Un premio speciale è inoltre assegnato dai blogger ufficiali della manifestazione nella categoria #BloggerForSana.

Appuntamento con la cerimonia di premiazione domenica 10 settembre alle ore 16.00 nella piazza coperta del Centro Servizi.

Completano il programma della manifestazione: le proposte di SANA Shop (padiglione 16) dove i visitatori possono acquistare direttamente cibi bio, cosmetici naturali e biologici, integratori e tanti altri prodotti naturali; i 10 giorni di appuntamenti green di SANA City, dall’8 al 17 settembre, organizzati in collaborazione con Eco-Bio Confesercenti; le iniziative di SANA DAY, sabato 9 settembre, promosse in collaborazione con Confcommercio-Ascom Bologna; e il VeganFest, il principale evento italiano dedicato al mondo vegan, organizzato insieme a VEGANOK.

Sana International. Sono previsti buyer internazionali in arrivo da 30 Paesi (+11% rispetto al 2016): Albania, Austria, Belgio, Canada, Corea del sud, Croazia, Danimarca, Emirati Arabi, Germania, Giappone, Inghilterra, Iran, Israele, Messico, Norvegia, Olanda, Oman, Polonia, Qatar, Repubblica Ceca, Serbia, Singapore, Slovenia, Spagna, Sudafrica, Svezia, Svizzera, Taiwan, Ungheria e Usa.

Una presenza significativa, resa possibile grazie all’International Buyer Program, il programma di incoming organizzato in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e FederBio.

In agenda 2.500 incontri b2b che per gli espositori rappresentano una concreta opportunità di incontrare, in un lounge dedicato al padiglione 32, la vasta platea di interlocutori specializzati nel settore biologico e naturale. Nello stesso padiglione, presso l’International room, sono previste anche le presentazioni di mercato di Corea, Croazia, Iran, Scandinavia, Regno Unito e Ungheria.

 

cs

Tags:
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl