La repubblica del bio è San Marino

10 Settembre 2019
|
BIOLOGICO

Nel padiglione dell’Emilia-Romagna al Sana, la presentazione.

Saranno necessari cinque anni per la conversione totale ad un regime completamente biologico, ma San Marino ha iniziato il suo percorso verso un’agricoltura sostenibile totale. Una scelta molto ambiziosa che vuole identificare, anche in chiave di attrazione del territorio, l’antica repubblica come il primo stato biologico certificato.

Si è conclusa la procedura della Commissione Europea e del Consiglio dell’Unione Europea (UE) primo passo del percorso burocratico che ha permetterà al Comitato di Cooperazione e all’Unione Doganale di poter adottare il provvedimento che equiparerà la Repubblica di San Marino agli Stati membri dell’UE nel settore degli scambi di prodotti agricoli (in particolare quelli biologici) tra l’UE e la Repubblica di San Marino. Proprio nello stand al Sana dell’Emilia-Romagna, la regione al cui interno si trova lo stato si è svolto l’incontro. L’assessore della Regione ER Simona Caselli ha sottolineato il valore di eventuali sinergie tra le due a RER e la Repubblica di San Marino.

Il progetto prevede quattro fasi: conversione in biologico dei settori agroalimentari e delle aree verdi, adeguamento delle strutture tecniche di gestione, sostegno del cambiamento attraverso misure ed incentivi, connessione tra la domanda di consumo e le produzioni bio.

 

Tags: , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl