Il contadino biodinamico è donna

29 Giugno 2017
|
BIOLOGICO

In crescita i numeri dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, “un modo per coltivare la terra in armonia con l’ambiente e per produrre prodotti più buoni, più sani e più sicuri”.
“La nostra associazione conta oggi circa 1.000 soci, un numero mai raggiunto fino ad oggi”, spiega Carlo Triarico, presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica. Una crescita che “ci dice che l’Italia ha tutte le carte in regola per diventare la piattaforma mondiale di un nuovo modello agricolo, ecologico e resiliente”.
Per Triarico, l’agricoltura biodinamica Triarico è non solo “un modo per coltivare la terra in armonia con l’ambiente e per produrre prodotti più buoni, più sani e più sicuri”, ma soprattutto “una chiave per riformare la società, per far ripartire l’economia, per creare nuovi posti di lavoro, soprattutto fra i giovani e per difendere il territorio”.
A proposito di lavoro, il profilo dell’agricoltore biodinamico tipo segna un cambiamento: c’è un 36% di giovani sotto i 35 anni (contro l’11% nell’agricoltura convenzionale), con un 28% di laureati (+3% rispetto alla media nazionale) e un 43% di diplomati e ben un 46% di donne.
Una figura che ben si allinea a quello che sta di fatto diventando un settore strategico per il paese, quello della bio-agricoltura, che oggi ricopre complessivamente oltre il 12% di suolo coltivato, capace di esprimere il comparto di punta dell’innovazione, della ricerca e della qualità in campo agricolo.

 

Tags: ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl