Il bio supererà le previsioni

27 giugno 2018
|
MERCATO

Supererà i 7 miliardi nel 2020, lo sostiene la Cia.  L’agricoltura biologica arriverà a fatturare fino a 7 miliardi entro il 2020, superando l’incremento del 30% previsto nel 2016 dal Piano Strategico nazionale per lo sviluppo del settore. Lo prevede la Cia, con uno studio presentato in occasione dell’assemblea di Anabio (la struttura interna all’associazione dedicata al bio).

Nel 2017 è stata già raggiunta quota 5 miliardi (erano 3,5 nel 2014). Il settore del biologico è già protagonista anche grande distribuzione, dove il comparto è arrivato oltre 1 miliardo e mezzo di vendite. Nei supermercati viene acquistato il 48% dell’agroalimentare bio, negli ipermercati il 35%. Sono 72.154 gli operatori certificati bio (gennaio 2017) di cui per un 20% aderenti ad Anabio-Cia.

Dal 2012 il terreno dedicato è aumentato del 53% (1.800 gli ettari nel 2016, obiettivo 2.100 entro il 2020), facendo dell’Italia (5/o in Europa con 14% del totale agricolo) uno dei Paesi in cui l’agricoltura biologica pesa di più sull’intero settore. A trainare, secondo gli analisti, consumatori consapevoli e selettivi. Ci sono prodotti bio nella spesa dell’88% delle famiglie italiane. Scelgono per lo più derivati dei cereali (+3,2%), frutta (+19,3%), ortaggi (+12,7%) e latticini (+3,2%) prodotti che da soli fanno il 68% delle vendite totali non tradizionali.

Tags: , , , ,

Credits: Agostini Lab Srl