Crisi di governo, ci perde anche il bio

26 Agosto 2019
|
BIOLOGICO

Anche il ddl sul bio rimane bloccato in questa fase.

Il disegno di legge sulle produzioni biologiche quando diventerà Legge?

I tanto atteso ddl con le “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, così faticosamente arrivato al Senato dopo l’approvazione alla Camera e un dibattito che si è trascinato per anni rimane fermo al palo.

La crisi politica che ha investito il Governo quest’estate, colpisce anche il settore del bio che da anni attendeva finalmente una legge per rendere il comparto più forte e stabile.

Si apre un grande problema per il settore, è inutile girarci intorno. La competizione internazionale che è arrivata in casa con forza – prodotti importati, grande distribuzione, organismi di certificazione, etc – a minare il bio made in Italy, le truffe che con regolarità infiammano l’opinione pubblica, una reale difficoltà per il settore agricolo già alle prese con le incertezze della Pac, sono molti i punti che la Legge, che tutti si attendevano, a partire dal ministero, avrebbe permesso di inquadrare.

Non dimentichiamo che il ddl prevede l’istituzione del marchio biologico italiano, la disciplina del Piano d’azione nazionale per la produzione biologica, il Piano nazionale per le sementi biologiche, l’istituzione di un Fondo per lo sviluppo della produzione biologica e di un Tavolo di filiera per i distretti biologici.

A rimetterci, oltre al settore agricolo, saranno i consumatori. Perché saranno meno tutelati.

Tags: , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl