Biologico e contributi europei, agricoltori costretti a chiedere proroga

23 Gennaio 2018
|
NEWS

“Ogni anno è sempre la stessa storia; il sistema informativo del Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali) non dialoga con quello delle Regioni e di Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) e l’adempimento più importante per le aziende agricole biologiche italiane rischia di non essere rispettato”.  A lanciare l’allarme è Confagricoltura che scrive al ministero delle Politiche agricole su una questione che si presenta puntualmente, per “disfunzioni tecnico/burocratiche”. “Si tratta – spiega la Confederazione – dell’inserimento nel sistema informativo del Piano annuale di produzione (PAP) che, oltre ad avere un’importanza fondamentale per i controlli, è essenziale per la richiesta dei contributi europei. E così anche quest’anno siamo costretti a chiedere la proroga della scadenza”.

 

Continua a leggere su Repubblica

Tags: ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl