Biol 2018, chi vince

24 Marzo 2018
|
BIOLOGICO

Sono italiane le etichette  sul podio.

Sui 500 oli extravergini d’oliva biologici in concorso, la giuria internazionale composta da 30 esperti  ha proclamato i vincitori di BIOL 2018 e individuato i migliori 10 extravergini in concorso.

Quest’anno salgono sul podio tre olivicoltori italiani: al primo posto si classifica l’etichetta sarda “Masoni Becciu” dell’omonima azienda agricola che fa capo a Valentina Deidda; il secondo posto è conquistato dal pugliese “Mimì Coratina”, prodotto dall’azienda olivicola Donato Conserva; mentre sul terzo gradino si colloca “Superbo”, etichetta prodotta dall’azienda laziale Americo Quattrociocchi.

Il podio conferma l’ottima annata per le produzioni nazionali, tra i primi dieci spiccano le produzioni toscane e pugliesi. Arriva quarta l’azienda pugliese “Intini”, con il suo extravergine d’oliva “Bio”; quinta e sesta posizione vanno alla toscana Frantoio Franci SRL con “Franci Bio IGP Toscana” e “Franci Bio”; è settima l’azienda agricola pugliese De Carlo, con l’extravergine bio “Tenuta Arcamone”; ottava è l’umbra Viola SRL con l’olio “Selezione Costa del Riparo”; la nona posizione è ancora una volta toscana con la Fattoria Ramerino, produttrice del “Ramerino Guadagnolo Primus”; al decimo posto infine vi è l’azienda spagnola Rafael Alonso Aguilera con l’extravergine biologico “Oro del Disierto”.

Alla classifica dei tre migliori oli evo a cui è andato il Premio BIOL 2018 e dei sette a cui è stata riconosciuta la menzione speciale della giuria, si affiancano i vincitori di BiolPack, il concorso che premia il packaging di prodotto ‘più funzionale e invitante’. Prima classificata l’azienda spagnola Olivar de Segura, con “Verde Segura”; al secondo posto con “Extra Paceful Olive Oil” troviamo l’azienda israeliana Syndianna of Galilee, premiata anche grazie al profondo senso etico espresso dal lodevole progetto di sviluppo sociale; terza classificata l’azienda pugliese Scisci SRL con “Scisci Bio”.

Da sottolineare BiolKids, la sezione riservata ad oltre 100 giovani palati delle scuole primarie di Ostuni, del circondario e di altre regioni d’Italia, che durante l’anno scolastico sono impegnati in un percorso didattico di avvicinamento all’analisi sensoriale e di educazione al gusto. I baby giurati di BiolKids ha incoronato l’extravergine bio “Chiavalon”, prodotto dall’azienda croata OPG Chiavalon.

Infine, novità assoluta di questa edizione, il Biol by Biol, il Premio collaterale decretato dalla giuria di preselezione, che ha incoronato vincitore dell’inedita categoria di concorso l’olio extravergine bio “Finca La Torre”, prodotto dall’azienda spagnola Aceites Finca La Torre SLU.

Tags: , , , ,
Banner Content
Credits: Agostini Lab Srl