Bio online? Solo certificato

29 novembre 2018
|
BIOLOGICO

Il magazzino di uno shop online che vende bio deve essere certificato.

I siti online che vendono bio “sono tenuti a notificare la loro attività alle Autorità competenti dello Stato membro in cui l’attività stessa è esercitata e, contestualmente, ad assoggettare la loro impresa al sistema di controllo di cui all’articolo 27 del Reg. (CE) 834/2007”.

Lo comunica il ministero, con la nota n. 84614 del 28 novembre inerente “Sentenza Corte europea del 12 ottobre 2017 – vendita on line dei prodotti biologici – art. 267 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (nella causa C 289/16). Nuove disposizioni nazionali – Art. 8 del DM. n. 6793/2018.” L’interpretazione è stata fornita dalla Corte di giustizia dell’Unione europea, con la sentenza del 12 ottobre 2017 relativa alla vendita on line di prodotti biologici  della frase “venduti direttamente al consumatore o all’utilizzatore finale” di cui all’art. 28, paragrafo 2, Reg. (CE) n. 834/2007:

La fase di stoccaggio, tra produttore e la consegna al consumatore finale, “rende difficile considerare i prodotti così venduti come oggetto di una “vendita diretta” al consumatore”. Per questo “l’ operatore che utilizza una piattaforma commerciale deve essere sottoposto al sistema di controllo biologico per l’attività di magazzinaggio”.

Tags: , , ,

Credits: Agostini Lab Srl